RIFUGIO CREMONA ALLA STUA

RIFUGIO CREMONA ALLA STUA

MAGDEBURGER HÜTTE

 

RIFUGIO CREMONA ALLA STUA


Chi siamo


Ciao! Siamo Anna, Erica e Mauro i gestori del rifugio Cremona alla Stua, e siamo lieti di darti il benvenuto in questo fantastico angolo del Sudtirolo.

Il rifugio Cremona è un piccolo rifugio alpino costruito nel 1887, situato sulle Alpi Breonie in Alto Adige, ad una quota di 2423m. Il sentiero (il n.6) che conduce al rifugio parte nei pressi della località di Sasso in Val di Fleres (1450m).

La Val di Fleres è oggi considerata una delle valli più incontaminate di tutto il Sudtirolo, non essendo una meta turistica affollata. La Val di Fleres è ricca di percorsi per “palati alpinistici” dalle diverse esigenze: vi sono percorsi adatti all’escursionista meno esperto e ascese che metteranno alla prova anche gli alpinisti più esperti.

Oltre alle innumerevoli ascese a picchi che superano i 3000m e alle molte traversate verso l’Austria o verso gli altri rifugi che popolano la Val di Fleres, la vallata è costellata di piccoli torrenti, magnifici boschi ricchi di biodiversità e cascate.

Al rifugio Cremona è, inoltre, possibile degustare degli ottimi piatti preparati da zero dalla nostra cucina, assaporando della fantastica birra, deliziando i propri occhi con una vista incantevole sull’intera Val di Fleres.

 

APERTURA 2024 IN DA DATA DA DEFINIRSI


VAL DI FLERES, SENTIERO CAI N.6

 

 
IL NOSTRO MENÙ


 

 

Il rifugio Cremona ha diversi cuori e uno di questi è "Gina" la turbina idroelettrica. Per limitare ulteriormente il nostro impatto sull'ambiente, abbiamo scelto di cucinare la maggior parte dei nostri piatti avvalendoci della cottura sottovuoto a bassa temperatura. Ciò ci permette di utilizzare esclusivamente l'energia prodotta dalla turbina, limitando al minimo il consumo di gas e legna, e per ulteriormente ridurre lo spreco, usiamo un sistema di sacchetti per il sottovuoto riutilizzabili.

Oltre al vantaggio in termini energetici, la cottura sottovuoto a bassa temperatura, garantisce una cottura uniforme dell'alimento preservando non solo le sue qualità organolettiche più fini, ma anche quelle nutrizionali.

Menù

IL NOSTRO MENÙ




Prima d'iniziare la nostra avventura al rifugio Cremona alla Stua ci siamo chiesti cosa significasse, per noi, mangiar bene. 
Per noi mangiare bene è principalmente una questione di qualità delle materie prime. Così abbiamo scelto di massimizzare la bontà degli ingredienti da noi utilizzati rispetto al guadagno. 

Per questo motivo nei mesi precedenti all'apertura abbiamo dedicato molto tempo alla ricerca di filiere produttive che avessero a cuore non solo la qualità del prodotto finale, ma anche l'ambiente nella quale operano.

Nel nostro rifugio prediligiamo i prodotti a Km0, le piccole produzioni locali e allevamenti con standard di cura dell'animale elevati (le nostre carni provengono dal Maso Frik di Vipiteno). 



"Buongustai in quota" così ci piace definirci. Ci piace mangiare e ci piace farlo bene, perché d'altronde, come già diceva Feuerbach: “Noi siamo quello che mangiamo”. Quando abbiamo pensato il nostro menù, ci siamo posti un'unica regola: fare da mangiare come se fossimo noi i clienti di noi stessi.

Per questo motivo tutti i nostri piatti sono il frutto di lunghe riflessioni, dibattiti appassionati e innumerevoli prove, al fine di trovare le migliori combinazioni di sapori, colori e profumi.

Abbiamo scelto di progettare il nostro menù per la stagione 2023 avendo come base la tradizione culinaria dell'Alto Adige alla quale abbiamo unito i profumi e gli aromi che abbiamo incontrato durante i nostri viaggi invernali.

Menù



Il rifugio Cremona ha diversi cuori e uno di questi è "Gina" la turbina idroelettrica. Per limitare ulteriormente il nostro impatto sull'ambiente, abbiamo scelto di cucinare la maggior parte dei nostri piatti avvalendoci della cottura sottovuoto a bassa temperatura. Ciò ci permette di utilizzare esclusivamente l'energia prodotta dalla turbina, limitando al minimo il consumo di gas e legna, e per ulteriormente ridurre lo spreco, usiamo un sistema di sacchetti per il sottovuoto riutilizzabili.

Oltre al vantaggio in termini energetici, la cottura sottovuoto a bassa temperatura, garantisce una cottura uniforme dell'alimento preservando non solo le sue qualità organolettiche più fini, ma anche quelle nutrizionali.

IL NOSTRO MENÙ

"Buongustai in quota" così ci piace definirci. Ci piace mangiare e ci piace farlo bene, perché d'altronde, come già diceva Feuerbach: “Noi siamo quello che mangiamo”. Quando abbiamo pensato il nostro menù, ci siamo posti un'unica regola: fare da mangiare come se fossimo noi i clienti di noi stessi.

Per questo motivo tutti i nostri piatti sono il frutto di lunghe riflessioni, dibattiti appassionati e innumerevoli prove, al fine di trovare le migliori combinazioni di sapori, colori e profumi.

Abbiamo scelto di progettare il nostro menù per la stagione 2022 avendo come base la tradizione culinaria dell'Alto Adige alla quale abbiamo unito i profumi e gli aromi che abbiamo incontrato durante i nostri viaggi invernali. Così nascono alcuni dei nostri piatti: il Tris di Cubederli, gli Spätzle del rif. Cremona e il  Pulled Pork in salsa alla mela.

Menù

LA PUREZZA DEGLI INGREDIENTI

Prima d'iniziare la nostra avventura al rifugio Cremona alla Stua ci siamo chiesti cosa significasse, per noi, mangiar bene. 
Per noi mangiare bene è principalmente una questione di qualità delle materie prime. Così abbiamo scelto di massimizzare la bontà degli ingredienti da noi utilizzati rispetto al guadagno. 

Per questo motivo nei mesi precedenti all'apertura abbiamo dedicato molto tempo alla ricerca di filiere produttive che avessero a cuore non solo la qualità del prodotto finale, ma anche l'ambiente nella quale operano.

Nel nostro rifugio prediligiamo i prodotti a Km0, le piccole produzioni locali e allevamenti con standard di cura dell'animale elevati (le nostre carni provengono dal Maso Frik di Vipiteno). 

NEL SILENZIO DELLA BELLEZZA


COME RAGGIUNGERCI


  • Arrivati a Vipiteno (A22 oppure s.s. 12), proseguire in direzione Brennero.

  • Una volta entrati a Colle Isarco, all'altezza del ristorante Europa dovrai voltare a sinistra e cominciare la risalita della Val di Fleres.

  • Dopo circa 8km incontrerai il piccolo paesino di Sant'Antonio. Dovrai attraversare un ponte di legno sulla sinistra, in direzione Sasso, per poi proseguire lungo la strada asfaltata che segue il fianco della valle. Dopo il primo chilometro si trasformerà in una strada forestale sterrata, comunque percorribile con qualsiasi automobile.

  • Arriverai ad un ampio spiazzo dove sarà possibile parcheggiare l'auto. Se troppo affollato, sarà possibile parcheggiare più in basso.

  • Dal parcheggio proseguirai a piedi, verso destra, in discesa, sino ad attraversare un ponte di legno che oltrepassa il Rio di Fleres.

  • Dopo circa un quarto d'ora di cammino il sentiero si dividerà in due: a destra troverai il sentiero del CAI n. 8, a sinistra il n. 6.

  • Seguirai il sentiero n.6 (quello a sinistra) , il quale sarà ben visibile e ben segnalato.

 

COME RAGGIUNGERCI


- Arrivati a Vipiteno (A22 oppure s.s. 12), proseguire in direzione Brennero

- Una volta entrati a Colle Isarco, all'altezza del ristorante Europa dovrai voltare a sinistra e cominciare la risalita della Val di Fleres

- Dopo circa 8km incontrerai il piccolo paesino di Sant'Antonio. Dovrai attraversare un ponte di legno sulla sinistra, in direzione Sasso, per poi proseguire lungo la strada asfaltata che segue il fianco della valle. Dopo il primo chilometro si trasformerà in una strada forestale sterrata, comunque percorribile con qualsiasi automobile

- Arriverai ad un ampio spiazzo dove sarà possibile parcheggiare l'auto. Se troppo affollato, sarà possibile parcheggiare più in basso

- Dal parcheggio proseguirai a piedi, verso destra, in discesa, sino ad attraversare un ponte di legno che oltrepassa il Rio di Fleres

- Dopo circa un quarto d'ora di cammino il sentiero si dividerà in due: a destra troverai il sentiero del CAI n. 8, a sinistra il n. 6

- Seguirai il sentiero CAI n.6 (quello a sinistra) , il quale sarà ben visibile e ben segnalato.

IL SENTIERO CAI N.6


Per raggiungere il rifugio Cremona alla Stua, saliremo lungo il sentiero n. 6. La prima parte è in lieve salita nel bosco, fino a raggiungere il primo bivio, dove proseguiremo a sinistra fino alla malga Furtalm. Da qui la pendenza del sentiero aumenta gradualmente, alternando prati e rocce.

A metà percorso, una panchina in legno, con vista sulla Val di Fleres, vi inviterà a fare una pausa (nei pressi potrete ammirare la vecchia malga dell pecore). Arrivati a questo punto, mancheranno gli ultimi 300m per raggiungere il rifugio Cremona a 2423m e il lago della Stua, e finalmente godere della meravigliosa vista sul Monte della Neve, la Cima delle Pecore e la Parete Bianca.

È un ottimo sentiero per chiunque voglia cominciare ad approcciarsi alla montagna e all'alta quota.
Noi consigliamo un paio di scarpe comode, una borraccia piena d'acqua, e una volta arrivati al rifugio Cremona, al resto ci pensiamo noi!

Dislivello: 900m

Tempo di percorrenza: 2:30h

Difficoltà: facile

IL SENTIERO OLTRE LE NUVOLE


IL SENTIERO CAI N.6


Per raggiungere il rifugio Cremona alla Stua, saliremo lungo il sentiero n. 6. La prima parte è in lieve salita nel bosco, fino a raggiungere il primo bivio, dove proseguiremo a sinistra fino alla malga Furtalm. Da qui la pendenza del sentiero aumenta gradualmente, alternando prati e rocce.

A metà percorso, una panchina in legno, con vista sulla Val di Fleres, vi inviterà a fare una pausa (nei pressi potrete ammirare la vecchia malga dell pecore). Arrivati a questo punto, mancheranno gli ultimi 300m per raggiungere il rifugio Cremona a 2423m e il lago della Stua, e finalmente godere della meravigliosa vista sul Monte Cima della Neve, la Cima delle Pecore e la Parete Bianca.

È un ottimo sentiero per chiunque voglia cominciare ad approcciarsi alla montagna e all'alta quota.
Noi consigliamo un paio di scarpe comode, una borraccia piena d'acqua, e una volta arrivati al rifugio Cremona, al resto ci pensiamo noi!

Dislivello: 900m

Tempo di percorrenza: 2:30h

Difficoltà: facile




    CONTATTI:

     

    Per informazioni sul sentiero, sulle condizioni meteo del giorno e per prenotazioni (pranzo/cena/pernotto) potete contattarci tramite i seguenti canali:

     

    • E-mail: rifugiocremona@gmail.com
    • Tel cell & Whatsapp: +39 338 24 28 27 8 (per info e prenotazioni - IT | DE | ENG ) 
    • Tel fisso: +39 0472 632472 
    • Facebook: Magdeburger Hütte
    • Instagram: @rifugio.cremona